La video perizia: come si evolve il mondo claims

Home / blog / La video perizia: come si evolve il mondo claims

In paesi come Australia o Stati Uniti, i sistemi di video perizia sono una realtà presente da anni ed in rapida evoluzione.

Il mercato assicurativo italiano ha iniziato a strizzare l’occhio a questo tipo di innovazioni più o meno verso la fine del 2016. Negli ultimi mesi poi, abbiamo assistito ad una vera e propria esplosione del settore: le Compagnie cercano fiduciari in grado di rispondere alle nuove esigenze del mercato e i grossi studi sono a caccia della soluzione migliore da poter adottare.

Il principio della video perizia:

Come suggerisce il nome, la video perizia è un sistema che permette di effettuare una valutazione dei danni a distanza, attraverso la condivisione di immagini tra assicurato ed operatore.  Il collegamento a distanza permette allo studio di intervenire tempestivamente, bypassando le problematiche che si generano per concordare data e ora del sopralluogo con l’assicurato. L’intera attività infatti può essere gestita direttamente dall’ufficio, riducendo tra l’altro il costo per gli spostamenti ed i tempi morti che intercorrono tra un’ispezione e l’altra.

Tutto ciò che serve è un computer connesso ad internet e uno smartphone. Il perito, dal suo studio, guida l’assicurato nella ripresa dei danni. Le immagini vengono trasmesse in tempo reale dalla fotocamera allo schermo del pc e registrate su un server (cloud o fisico). Le applicazioni spaziano dai rami elementari al mondo auto: una pratica per danno da fenomeno elettrico potrà essere chiusa in pochi minuti, così come la quantificazione di danni sulla carrozzeria di un’auto, senza necessità di recarsi in officina.

App o non App?

La maggior parte delle soluzioni per video perizia presenti sul mercato, prevedono l’utilizzo di un’App. Questo potrebbe risultare alquanto scomodo per gli utilizzatori finali (gli assicurati), minando la fruibilità del sistema. Un importante stop, per esempio, potrebbe essere dato dal gap generazionale, per cui non per tutti è semplice scaricare ed installare un’App sul proprio smartphone. L’evoluzione tecnologica dovrebbe avere come primo obiettivo il facilitare la vita delle persone. Se vogliamo creare un sistema che garantisca una qualità di servizio elevata, che generi un buon ritorno per le Compagnie e apra nuove opportunità di business agli studi peritali, questo dovrà per forza di cose essere il più semplice e lineare possibile.

eClaim, la soluzione di General Expert

Nel settembre del 2016, General Expert ha presentato al mercato il suo tool per la video perizia.  EClaim è un sistema evoluto, sviluppato per i periti che vogliono primeggiare nella corsa alle nuove tecnologie.  La soluzione si basa completamente sull’utilizzo tramite web, per cui non necessita di alcuna App. Lo studio invia un sms all’assicurato, che non deve fare altro che cliccare sul link presente per avviare lo streaming video. Facile, veloce e sicuro. Tutte le immagini (foto e video) sono geolocalizzate a garanzia dell’autenticità delle stesse. Il sistema è blindato, per cui non accetta immagini provenienti da gallerie esterne, ma solo quelle registrate dal tool di videostreaming. Il collegamento è rapido e privo di passaggi macchinosi, che influirebbero negativamente sull’esperienza utente.

 

I test effettuati nel 2017 hanno evidenziato i benefici derivanti dall’utilizzo di eClaimI costi si riducono avendo meno personale in mobilità . La gestione delle pratiche è più agile e permette di aumentare il carico di lavoro, generando più utili.

Il sistema ad oggi è compatibile con tutti i dispositivi Android e iOS11+. La soluzione è stand alone, quindi pronta per essere utilizzata senza particolari necessità di configurazione. La personalizzazione e l’integrazione a sistemi preesistenti è comunque possibile per chi volesse mantenere un elevato livello di brand identity.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *